Come avviare uno stage in Irlanda

Gli strumenti e le strade burocratiche per cercare e avviare uno stage in Irlanda,ovvero un periodo di tirocinio presso un’azienda locale al fine di fare esperienza lavorativa.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

In Irlanda non esiste un termine equivalente per indicare quello che noi intendiamo come stage, ovvero un periodo di tirocinio presso un’azienda.

Si usano diversi termini come ad esempio work placement, internship o traineeship.

Vediamo le due possibilità per fare uno stage in Irlanda.

Tramite l’università

Se si è studente si può beneficiare di un work placement che in Irlanda è, generalmente, parte integrante del corso di laurea. Questo genere di esperienza può essere effettuata sia durante i mesi estivi, ed in tal caso non è vincolante per il conseguimento del diploma universitario finale, o durante l’anno accademico, per periodi variabili dalle 8 alle 12 settimane.

Poichè il programma di stage viene organizzato direttamente dalle facoltà presso aziende convenzionate, il numero di offerte è tassativamente pianificato all’inizio di ogni anno accademico e limita considerevolmente le opportunità per studenti stranieri non iscritti ad Università irlandesi.

Una buona soluzione può essere quella di aderire ai programmi universitari che prevedano un periodo all’estero come il programma Erasmus o Leonardo da Vinci: questo può agevolare l’accesso a uno dei work placement organizzati dalle facoltà in Irlanda. La frequenza di tali programmi, tuttavia, è molto varia ed è regolata dall’Università e dalla facoltà di provenienza dello studente straniero.

Autocandidatura

Se non si è più studente o non si intende utilizzare la mediazione dell’Università o di un ente di formazione ci si può, comunque, autocandidare presso le aziende irlandesi per un work placament. In questo caso, si configurerà più come un rapporto di lavoro retribuito piuttosto che uno stage com’è inteso in Italia.

L’Irlanda infatti non ha una legislazione specifica per gli stage. Alcune aziende hanno stabilito condizioni di impiego interne (terms of employment) relativamente a: copertura assicurativa, giorni di vacanza, sicurezza, orari, ecc, che non possono, però, prescindere dalle leggi irlandesi sull’occupazione.

È opportuno precisare, tuttavia, che ogni forma di retribuzione non è mai paragonabile ad un salario vero e proprio, ma viene intesa come un contributo che l’azienda assegna allo stagista per coprire le spese da sostenere durante il soggiorno all’estero, quello che in Italia viene chiamato rimborso spese.

Da ricordare

Coloro che decidono di iniziare un work placement durante il percorso di studi devono chiedere al proprio istituto di formazione o Università di sottoscrivere la convenzione che dovrà poi essere accettata dall’azienda.

Mentre per coloro che cercano uno stage alla fine del percorso di studi, la situazione si presenta meno strutturata: in mancanza di una normativa ad hoc, pertanto è consigliabile comunque proporre all’azienda ospitante di sottoscrivere i terms of employment, ossia una specie di convenzione per stabilire i requisiti, i compiti, le responsabilità, gli orari, la durata dell’accordo, nonchè i termini del compenso eventualmente proposto, fra cui, ad esempio, il rimborso spese, la copertura assicurativa e quant’altro.

Al termine del periodo di work placement, vi consigliamo poi di richiedere un attestato o una letter of reference.