Covid-19: l'Irlanda è aperta ai turisti italiani

Covid-19, si può viaggiare in Irlanda?

Gli adempimenti necessari per visitare l'Irlanda in tempi di Covid, le novità sulle restrizioni di viaggio e i documenti richiesti per entrare nel paese.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

L’Irlanda riapre al turismo dal 19 Luglio 2021. Potete quindi finalmente organizzare le vostre vacanze in Irlanda!

Con l’introduzione dal 1° Luglio 2021 del Green Pass europeo le condizioni di ingresso verranno uniformate nei  vari paesi dell’UE, nel frattempo vigono specifiche regole e documenti richiesti per entrare in ogni nazione.

Per sapere quali sono tutti i requisiti per viaggiare in Irlanda in questo momento trovate di seguito una serie di approfondimenti e informazioni utili per viaggiare in sicurezza e serenità nonostante il Covid-19, per una vacanza senza sorprese.

Tornate su questa pagina per futuri aggiornamenti.

Covid-19 e viaggi in Irlanda, aggiornamenti e situazione attuale

A partire dall'8 maggio 2021, l’Italia e' stata rimossa dall'elenco dei Paesi a rischio (categoria 2).

Pertanto i viaggiatori provenienti dall’Italia, o che vi abbiano soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti l’arrivo in Irlanda, non devono sottoporsi alla quarantena alberghiera obbligatoria, a meno che non siano stati nei 14 giorni precedenti il viaggio in uno dei Paesi classificati dal Dipartimento della Salute irlandese nella “categoria 2”, anche se solo in transito (anche soltanto aeroportuale).
I viaggiatori provenienti dall'Italia o da Paesi non inclusi nella Categoria 2 devono comunque sottoporsi a una quarantena domiciliare obbligatoria di 14 giorni da effettuare presso l’indirizzo indicato nel modulo di localizzazione dei passeggeri da compilare prima dell’arrivo.

Devono inoltre esibire un risultato negativo / `` non rilevato '' di un test RT-PCR effettuato non piu'di 72 ore prima dell'arrivo nello Stato.


Questo vale anche per i viaggiatori che arrivano attraverso l'Irlanda del Nord.

Solo categorie molto limitate di viaggiatori possono essere esentate.

Ulteriori dettagli sulla quarantena obbligatoria sono disponibili alla seguente pagina: https://www.gov.ie/en/publication/b4020-travelling-to-ireland-during-the-covid-19-pandemic/.
Qualsiasi viaggiatore che sia stato nei 14 giorni precedenti il viaggio in uno dei Paesi classificati dal Dipartimento della Salute irlandese nella “categoria 2”, anche se solo in transito (anche soltanto aeroportuale), è legalmente tenuto a sottoporsi alla quarantena presso una struttura designata (quarantena alberghiera obbligatoria).

Ciò si applica anche se il passeggero riceve un risultato del test RT-PCR negativo dopo l'arrivo nello Stato.
I passeggeri tenuti a intraprendere la quarantena obbligatoria in hotel devono prenotare in anticipo un posto nella struttura designata prima dell'arrivo in Irlanda.

I passeggeri sono tenuti a presentare la prova di questa prenotazione al proprio operatore di volo o di traghetto per imbarcarsi sull'aereo o sul traghetto per l'Irlanda.

Le prenotazioni possono essere effettuate su: www.quarantinehotelsireland.ie
Per ulteriori informazioni sulla quarantena, sull’elenco dei Paesi di categoria 2 e su eventuali esenzioni, consultare la seguente pagina web: https://www.gov.ie/en/publication/5577b-obbligo-di-quarantena-presso-strutture-alberghiere-designate/
Per quanto riguarda gli spostamenti all’interno del Paese, dal 10 maggio sono consentiti i movimenti su tutto il territorio nazionale.

Per il dettaglio delle restrizioni vigenti, e per eventuali aggiornamenti, si prega di consultare la seguente pagina: https://www.gov.ie/en/campaigns/c36c85-covid-19-coronavirus/
I collegamenti aerei diretti con l’Italia sono operativi su scala ridotta.

Si raccomanda in ogni caso di verificare lo stato del proprio volo con la compagnia aerea di riferimento.

Ultimo aggiornamento: 14.06.2021 - informazioni tratte dal sito ufficiale del Ministero degli Esteri.

Data la situazione straordinaria causata dall'emergenza Coronavirus, le indicazioni e i requisiti per viaggiare possono cambiare spesso e con breve preavviso, consigliamo pertanto di monitorare gli aggiornamenti sul sito della Farnesina ViaggiareSicuri o sul sito della comunità Europea Re-Open, oltre che sui siti ufficiali della Irlanda prima di intraprendere un viaggio.

Che cosa devo fare per rientrare in Italia?

Per rientrare in Italia è necessario presentare un test Covid-19 con esito negativo, antigenico o PCR, effettuato nelle 48 ore antecedenti la partenza. Il test è obbligatorio anche se si è completamente vaccinati.

Nel caso in cui rientraste sprovvisti del test negativo dovrete sottoporvi a isolamento fiduciario di 10 giorni al termine del quale sarà necessario sottoporsi a un test molecolare/PCR o antigenico.

E' inoltre è obbligatorio compilare un modulo online, il Passenger Locator Form (EU PLF), in cui dovrete inserire tutti i dettagli del viaggio, incluso il numero del volo e il posto a sedere sull'aereo.

Situazione sanitaria in Irlanda

Strutture sanitarie in Irlanda

I servizi di pronto soccorso sono discreti.  Buona la reperibilità di farmaci anche se e’ praticamente impossibile acquistarli senza ricetta medica. Non si richiedono vaccinazioni obbligatorie. Non si segnalano difficoltà particolari per eventuali rimpatri d'emergenza sanitaria.

Principali Ospedali a Dublino:
-  The Adelaide & Meath Hospital,  Tallaght, Dublin 24 – tel 00353 1 4142000
-  Beaumont Hospital, Beaumont Road, Dublin 9 – tel 00353 1 8093000
-  Mater Misericordiae University Hospital, Eccles Street, Dublin 7 – tel 00353 1 8032000
-  St. James Hospital, James’s Street, Dublin 8 – tel 00353 1 4103000
-  St. Vincent’s University Hospital, Elm Park, Dublin 4 – tel 00353 12214001

Avvertenze

Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario (o il trasferimento in altro Paese) del paziente.

Vaccinazioni obbligatorie in Irlanda

Nessuna.

Assicurazione di viaggio per la Irlanda

A causa dei contrattempi che potrebbero sorgere per via del Coronavirus l'assicurazione di viaggio è oggi più importante che mai, anche per viaggiare in Irlanda.
Fino a qualche tempo fa infatti l'assicurazione sanitaria era stipulata soprattutto da chi viaggiava fuori dall'Europa, ma oggi è imprescindibile: basti pensare a un volo perso causa tampone positivo o al rischio di ammalarsi in viaggio.

Se non disponete già di una polizza assicurativa, assicuratevi di farlo prima di prenotare un qualsiasi viaggio e prestate attenzione alle condizioni. Per aiutarvi nella scelta abbiamo creato una pagina dedicata che confronta le più importanti assicurazioni di viaggio.

Codici sconto

Grazie agli accordi sottoscritti con le seguenti assicurazioni, potrete ottenere immediatamente uno sconto dal 5 al 15% o in altri casi uno sconto fisso in euro.

Sconto del 15%
usando il codice:
MAX15
Calcola Preventivo
Sconto del 10%
usando il codice:
IMI15A
Calcola Preventivo
Sconto del 10%
in automatico
senza codice
Calcola Preventivo
Sconto di 20€
in automatico
senza codice
Calcola Preventivo
Sconto di 10€
usando il codice:
CR10PY
Calcola Preventivo
Sconto del 5%
usando il codice:
WNFOUND
Calcola Preventivo
Sconto del 5%
usando il codice:
GTI5CS
Calcola Preventivo

Alcuni consigli

Come viaggiare sicuri in Irlanda

Igiene

Lavate spesso le mani con acqua e sapone o in alternativa con gel disinfettante.
Quando tossite o starnutite coprire la bocca e il naso con fazzoletti monouso o, se sprovvisti, fatelo nell'avambraccio. Evitate di toccare occhi, naso e bocca con mani non igienizzate.

Distanza

Mantenete sempre una distanza di almeno 1,5 metri con le persone non conviventi ed evitate gli assembramenti.

Mascherina

Usate sempre la mascherina sui mezzi pubblici e in luoghi al chiuso, anche quando la distanza è superiore a 1,5 metri.

Biglietti online

Utilizzare il più possibile i biglietti elettronici sia sui mezzi di trasporto che quando visitate un'attrazione. Prenotare online i biglietti spesso vi consente oltretutto di risparmiare.

Siti ufficiali istituzioni italiane