St. Stephen’s Green

Circondato da splendide case georgiane, è un angolo di vera pace nel chiasso della città con i suoi i viali ombreggiati, le aiuole fiorite e il laghetto.

Questo angolo di verde frequentato da coppiette innamorate, studenti e impiegati in pausa pranzo, una volta era lo spazio del comune che ospitava fustigazioni pubbliche, roghi e impiccagioni. Solo nel 1814 la zona venne recintata con inferriate e cancelli chiusi per l’approvazione di una tassa annuale di una ghinea per l’accesso.

Fu Sir Arthur Edward Guinness a battersi per ottenerne la cancellazione in Parlamento nel 1877. E proprio lui finanziò la progettazione e realizzazione dei giardini e del laghetto.

Oggi, circondato da splendide case georgiane, è un angolo di vera pace nel chiasso della città: i viali ombreggiati, il padiglione della musica, i prati verdissimi, le aiuole fiorite, il laghetto. Per chi desidera ritagliarsi un momento di tranquillità, tempo permettendo!

Da scoprire

  • Angolo nord-ovest: monumento dedicato a Wolfe Tone, comandante della fallita invasione del 1798.
  • Angolo di Grafton Street: l’arco che celebra i morti irlandesi della guerra contro i Boeri nell’Africa del Sud (nel 1901) e, a qualche metro, il memoriale dedicato a O’Donovan Rossa, il celebre leader feniano che passò quindici anni terribili nelle prigioni britanniche (messo ai ferri corti e costretto a leccare, in ginocchio, la sua minestra come un cane). Come sempre in Irlanda, da “terrorista” divenne in seguito eroe nazionale, e i suoi funerali furono grandiosi. Il confronto fra i due monumenti mostra bene la contraddizione che animò gli irlandesi per lungo tempo: la sottomissione e l’integrazione al Regno Unito che portarono alcuni fra essi a partecipare alle avventure coloniali inglesi oppure, al contrario, alla ribellione permanente e alla lotta per l’indipendenza!
  • In mezzo al parco: nascosto dietro qualche albero, si trova un busto di Constance Markiewicz, una delle eroine dell’insurrezione della Pasqua 1916.
  • Angolo sud-orientale: potrete ammirare Sir Arthur Guinness: celebrazione doverosa!
  • Sud del parco: si trovano gli antichi edifici dell’University College dove studiarono Daniel O’Connell e James Joyce.
  • Di fonte all’angolo di nord-est: vecchissimo cimitero ugonotto (1692). Non si visita, ma si vede bene da fuori.
Video

 

Informazioni utili

Indirizzo

St Stephen's Green, Dublin, Irlanda

Trasporti

Fermate Tram

  • St.Stephen's Green (255 mt)
  • St Stephens Green Luas (262 mt)

Fermate Bus

  • St Stephen Green Luas Stop (33 mt)
  • Dublin (Earlsfort Terrace Westbound) ) (200 mt)
  • Dublin (Earlsfort Terrace Eastbound) (202 mt)

Nei dintorni

Mappa

Alloggi St. Stephen’s Green

Cerchi un alloggio in zona St. Stephen’s Green?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di St. Stephen’s Green
Mostrami i prezzi