Le origini del Fiddle

Scoprite le origini e la nascita dell'Irish Fiddle, il violino dei poveri, che risalgono al 1529, nel corso della storia irlandese.
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Sia lo strumento che il termine violino hanno fatto la loro comparsa nell’Europa del XVI secolo.

La prima citazione al riguardo risale al 1529 negli archivi del Re di Francia Francesco I. L’Italia del nord, e più specialmente Milano e Venezia, sembra sia stata la sua culla più probabile.

L’affermazione di W.H. Grattan Flood, per cui “abbiamo tracce anche di un violino nell’Irlanda dell’VII secolo”, dovrebbe essere messa sul piano delle affabulazioni di tipo patriottico, perché è evidente una manifesta confusione tra lo strumento antico e il violino così come oggi è inteso.

Si può ragionevolmente considerare che il violino abbia trovato rapidamente il suo spazio nelle musiche popolari europee a causa di una relativa semplicità di costruzione: non si tratta, beninteso, di considerare la costruzione di un violino da parte del liutaio come un qualcosa di semplice, ma semplicemente di sottolineare il fatto che una semplice scatola in legno (o talvolta in metallo, come nel Donegal) poteva facilmente ricoprire il ruolo di “violino dei poveri”.

E’ di certo questa sua facoltà che ha reso questo strumento estremamente popolare prima ancora della sua fabbricazione in quantità industriale, avvenuta nell’ultimo secolo.

Testi tratti dagli articoli di Alfredo De Pietra