Beef Guinness Pie

La Beef and Guinness Pie è uno dei piatti più sfiziosi della cucina irlandese ed è tipico soprattutto di San Patrizio, per allietare le gioiose giornate di festa!

Se state pensando di festeggiare alla grande il St. Patrick’s Day anche da casa, un’idea sfiziosa è quella di preparare un bel pranzo con ricette irlandesi!

Un piatto davvero sfizioso sfizioso è la Beef and Guinness Pie!

La ricetta è abbastanza complicata ma potreste sicuramente farcela con un pò di applicazione! E poi… il risultato è di sicuro effetto! Per stupire amici e parenti!

Ingredienti (4 persone)

Per la pasta sfoglia

Preparazione

  1. Scaldare il forno a 180°.
  2. Mescolare insieme farina, sale e pepe in un piatto.
  3. Aggiungere la carne e mescolare e trasferire in un piatto.
  4. Scaldare l’olio in una padella abbastanza grande facendolo soffriggere a fuoco vivace, poi aggiungere la carne poco a poco, facendola rosolare per 5 minuti e poi metterla in un piatto.
  5. Aggiungere la cipolla, l’aglio e l’acqua e cuocere in padella, mescolando spesso, fino a quando la cipolla non si sarà ammorbidita; a questo punto unite anche il pomodoro concetrato e lasciate stringere il contenuto per un minuto.
  6. A parte portate a ebollizione l’unione di brodo, birra, salsa Worcestershire, pepe e timo facendola ristringere un pò: con il risultato andrete a ricoprire le carni messe in forno a stufare lentamente per circa 1 ora e mezza, fino a quando il manzo risulta tenero e il sughetto si è addensato.
  7. A fine cottura, togliere il timo e lasciar raffreddare lo stufato scoperto per circa mezz’ora.
  8. Posizionate un’altra pentola nel ripiano intermedio del forno e aumentate la temperatura a 220°.
  9. Travasare lo stufato ormai raffreddato in piccole ciotole ( da forno) fino a riempirle completamente.
  10. Stendere la pasta sfoglia già pronta e renderla abbastanza sottile utilizzando un mattarello (ricordatevi di ricoprire il mattarello e la superficie di lavoro con un pò di farina per evitare che la pasta si attacchi) e con quella ricoprire le ciotole completamente.
  11. Sbattere in una ciotola i rossi uova con l’acqua e utilizzando un pennellino da cucina, spennellate tutta la pasta sfoglia che ricopre le vostre ciotole, per dare la doratura. Apro una breve parentesi sulla doratura, passaggio minore ma da cui dipende l’effetto “estetico” del piatto. Vi consiglio di non fare uno strato troppo alto o irregolare, di spennellatura: a cottura ultimata, rimangono visibili diversi rigagnoli di uovo rappreso, di certo non belli da vedere. Per evitare questo inconveniente, quando si prepara una doratura con uova intere, è opportuno aggiungere sempre un pizzico di sale, per rendere l’albume più fluido. L’aggiunta di un goccio di acqua o di latte (un cucchiaio scarso per uovo) renderà ancora più facile stendere il composto: tenete presente che l’acqua attenua il colore del tuorlo, mentre il latte lo modifica in modo impercettibile. La dritta in più? Aggiungere un pizzico di caffè solubile all’uovo prima di sbatterlo!
  12. Cuocere in forno per circa 20 minuti, fino a quando la pasta non sarà croccante e dorata.
  13. Ridurre la temperatura a 200° e aspettare fino a quando la cottura non sia perfetta.

Fonte: Martha Stewart

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Condividi