Skellig Islands

Queste piccole isolette ricche di testimonianze storiche del loro passato monastico sono abitate da nutrite colonie di pulcinella di mare.

Situate a sud-est della Iveragh Peninsula, le Skellig Islands possono essere raggiunte in barca da Portmagee, Ballinaskelligs e Cahirciveen. Si consiglia di prenotare in precedenza il traghetto, poiché c’è un limite Massimo di persone accolte sull’isola per non recare danno al sito monastico qui custodito.

Skellig Michael, detta anche Great Skellig, è la più grande delle Skelligs e ha l’aspetto di una cattedrale emersa dalle acque. Il nome deriva dai monaci che vi si insediarono tra il VI e il XII, devoti all’Arcangelo Michele, patrono dei luoghi alti. Gli affascinanti ruderi del loro monastero includono sei capanne ad alveare e due chiese, situate a 200 m sul livello del mare e raggiungibili tramite una sorprendente scala scavata 1000 ani fa nella roccia.

Delle Skelligs, Skellig Michael è la più lontana dalla terra ferma, perciò, a causa del maltempo, non è possibile accedervi per gran parte dell’anno. Tra l’altro è l’unica isola su cui si può sbarcare, anche se le autorità tentano di scoraggiare l’accesso dei turisti per evitare di danneggiare il patrimonio naturale, archeologico e ornitologico. Oggi gli unici abitanti dell’isola sono numerose specie di uccelli marini, che possono riprodursi in libertà, poiché il mare e le coste rocciose le proteggono dai predatori.

Anche Little Skellig vanta un enorme patrimonio ornitologico. Da Valentia parte un battello che circumnaviga la Little Skellig, ma non è possibile attraccarvi.

Mappa

Alloggi Skellig Islands

Cerchi un alloggio a Skellig Islands?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Skellig Islands
Mostrami i prezzi