Penisola di Mizen Head

Questo angolo del sud ovest Irlanda vi incanterà con le sue spiagge deserte, le scogliere selvagge e la simpatia della sua gente!

In questo angolo sperduto di mondo i ritmi sono lenti, le persone che incontrerete per strada sono accoglienti e in armonia con i tempi della natura.

Godetevi questi scorci di pace con serenità e tranquillità, senza fretta, lasciandovi guidare dall’istinto e dalla bellezza incontaminata di questi splendidi luoghi.

Da Ballydehob, che si affaccia sulla Roaringwater, la “baia dell’acqua che ruggisce”, dove si contano più di cento isole, non potete perdervi la coastal road: è una strada selvaggia e affascinante che vi porterà a scoprire angoli assolutamente fantastici.

La particolarità di questa zona è la semplice bellezza delle sue coste, dei suoi prati e della sua gente: non lasciatevi spaventare dai cartelli spesso incomprensibili e contraddittori! Se seguirete le strade meno battute incontrerete greggi che vi attraversano la strada con pastori che non vi negheranno un saluto, baie lucenti circondate da prati verdissimi e paesini variopinti e chiassosi.

 

Mizen Head Signal Station

Sulla strada per Mizen Hed, potrete ammirare una delle spiagge sabbiose più grandi del sud, Barley Cove, raggiungibile con un ponte pedonale costruito per le maree e godervi qualche momento di relax in spiaggia.

Ma la vera attrazione della penisola è la Mizen Head Signal Station, un complesso di epoca vittoriana costruito oltre 100 anni fa per aiutare i pescherecci ad evitare gli scogli nelle giornate buie e tempestose.

Sarà una vera emozione attraversare lo scenografico ponte ad arco che si protende nel vuoto collegando le due parti della spettacolare scogliera a picco sul mare.

Ad attendervi alla fine del ponte la stazione di segnalazione: qui potrete scoprire come vivevano i guardiani alla fine dell’800: si possono visitarne gli alloggi, la sala delle macchine, vedere da vicino oggetti autentici dell’epoca e girare all’interno della sala radio da cui Guglielmo Marconi lanciò i primi segnali test.

Pochi infatti sanno che Marconi era sposato a un’irlandese, Beatrice O’Brien, figlia di Edward Dunnough (O’Brien), quattordicesimo barone di Inchiquin e che scelse proprio il Rock Lighthouse Fastnet, il faro davanti a Mizen Head per lanciare il primo segnale radio della storia.

La vera magia del posto rimane comunque la spettacolare vista dell’oceano che spazia all’infinito.

Attrazioni nei dintorni

Mappa

Alloggi Penisola di Mizen Head

Cerchi un alloggio in zona Penisola di Mizen Head?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Penisola di Mizen Head
Mostrami i prezzi

Nella penisola di Mizen