Cork

Cork è una città vivace e ricca di sorprese per coloro che avranno la pazienza di scoprirne i tanti lati nascosti, tra cui l'English Market, tempio della gastronomia irlandese.

Cork rivendica con orgoglio il titolo di capitale morale d’Irlanda: nonostante sia solo la terza città dell’isola per numero di abitanti (dopo Dublino e Belfast), è una realtà urbana vivace e ricca di sorprese per coloro che avranno la pazienza di scoprirne i tanti lati nascosti.

Infatti, dopo essere stata Capitale della Cultura nel 2005, Cork si è progressivamente affrancata dalla “cugina” Dublino per assumere statuto di città estremamente viva dal punto di vista lavorativo, universitario e culturale, anche grazie alla crescente immigrazione di giovani da tutta Europa. Ad esempio la comunità italiana è molto nutrita e rappresenta un punto di riferimento all’interno del tessuto sociale.

Inoltre la città ha saputo valorizzare le sue potenzialità turistiche e mettere in risalto la sua vocazione culinaria grazie al settore della ristorazione, che negli ultimi anni si è notevolmente sviluppato.

Cosa vedere a Cork

La città dei 20 ponti, affacciati sui due bracci del fiume Lee, saprà incantarvi con il suo piccolo centro storico di origine medievale, la sua spumeggiante vita notturna e quel carattere accogliente e allo stesso tempo ruvido di città marinara con i suoi moli, ponti e vecchi magazzini.

St Patrick Street e il centro storico

Il centro storico di Cork è delimitato da tre vie principali: St. Patrick Street, la via più affollata della città, con i negozi alla moda e le boutique all’ultimo grido, Oliver Plunkett Street, ricca di gallerie e pub tradizionali e Paul Street, dove si susseguono caffè e ristoranti.

Vi consigliamo di addentrarvi in questo reticolo di vicoli medievali a piedi, per scoprire i piccoli angoli suggestivi e i locali più interessanti, fino ad arrivare a uno dei ponti principali per ammirare il panorama al tramonto.

English Market

Una meta imperdibile per capire il fascino sottile di questa città è l’English Market, una vera e propria istituzione della raffinata gastronomia locale.

Questo edificio settecentesco ospita un meraviglioso mercato coperto, un tripudio di colori, odori e sapori che si sprigioneranno davanti ai vostri occhi dalle bancherelle variopinte. Potrete degustare direttamente in loco le famose uova al burro, una varietà incredibile di pesce fresco, salumi, formaggi, pane e prodotti tipici come la trippa e il sanguinaccio. Ad attendervi le migliori delizie affumicate, l’eccellenza del territorio, un vero e proprio paradiso dei buongustai.

Anche se spesso più sfuggire a visitatori frettolosi, in un piccolo mezzanino affacciato sul mercato si trova il Farmgate Cafe, un’esperienza gastronomica da non perdere: tutti gli ingredienti utilizzati per i piatti che assaggerete, che siano granchi, ostriche o agnello, provengono dai banchi del mercato sottostante.

Cattedrale di San Finne Barre

La St. Fin Barre’s Cathedral è un classico esempio di edificio religioso in stile neogotico, risalente al 1865.

Anche se vanta sontuosi mosaici al suo interno, riccamente decorato, colpisce i visitatori prevalentemente per la sua imponente facciata di chiara ispirazione francese.

Crawford Art Gallery

Se amate l’arte inglese e irlandese allora la meta successiva sarà la Crawford Art Gallery che espone una nutrita collezione di opere importanti.

Il museo propone un calendario di mostre speciali che integrano le sue collezioni permanenti ed è sempre gratuito.

Quartiere di Shandon

Se dal fiume Lee, con il centro alle spalle, guardate di fronte a voi, vedrete una ripida collina dalle case variopinte: è il quartiere di Shandon, una zona residenziale molto caratteristica con le sue viuzze in salita.

Un tempo queste piccole case a schiera colorate erano il cuore operaio di Cork, dove abitavano famiglie numerose in condizioni di estrema povertà. Oggi sono diventate l’oggetto del desiderio dei nuovi ricchi e molte sono state riconvertite in ricercati pied-à-terre.

A rendere questa zona pittoresca e ricercata è la sua autentica atmosfera d’altri tempi, che si ritrova nelle botteghe storiche, nei suoi caffè di quartiere e nei vecchi negozi di una volta, come l’emporio di dolciumi Linehan, che dal 1929 produce caramelle fatte in casa.

Da non perdere anche la graziosa St. Ann’s Shandon e la sua torre panoramica, denominata Shandon Bells: dalla sua cima potrete non solo ammirare una splendida vista su Cork, ma anche suonare le sue campane, pezzi originali risalenti al 1700. Il campanile è anche soprannominato “il bugiardo dalle 4 facce”: le lancette dei suoi 4 orologi, nelle giornate molto ventose, si spostano e forniscono ai cittadini 4 ore diverse.

Cosa vedere vicino Cork

La contea di Cork è ricca di attrazioni davvero imperdibili, fra borghi pittoreschi, destinazioni culinarie e magnifici panorami naturali.

Come prima tappa per un itinerario nei dintorni di Cork vi consigliamo il castello di Blarney, che sembra uscito da una favola medievale e che custodisce la celebre Blarney Stone, o pietra dell’eloquenza, incastonata in un muro della torre. Con i suoi magnifici giardini, è un’attrazione da non perdere, perfetto per una passeggiata lontano dal caos della città.

Potete poi proseguire verso due borghi colorati e affascinati. Kinsale, perla gastronomica del sud Irlanda, è famosa per i suoi ristoranti di pesce, il suo porto vivace e il suo minuscolo e coloratissimo centro storico, punteggiato di vicoli pittoreschi e negozietti deliziosi. Invece Cobh sorge su un’isola nella baia di Cork: da qui partivano i transatlantici pieni di emigranti per l’America, tra cui il tristemente famoso Titanic.

Proseguendo verso ovest si incontrano tre magnifiche penisole: Mizen Head, la Beara Peninsula e Sheep Head sono veri e propri paradisi della natura. Vi perderete fra strade panoramiche, prati verdissimi che si gettano nell’oceano e vedute mozzafiato.

Tour da Cork

Come arrivare a Cork

La città di Cork è collegata con voli diretti dall’Italia: Ryanair che parte da Napoli e Milano-Bergamo e Volotea da Verona.

Se invece avete bisogno di raggiungere Cork da Dublino, potete scegliere fra un trasferimento in treno con Irish Rail, da Dublino Heuston a Cork Kent in circa 2 ore e 30 minuti oppure optare per l’autobus con Aircoach, Bus Eireann, o Dublin Coach in 4 ore.

La storia di Cork

Se la nascita della città risale alla fondazione di una scuola monastica da parte di St Finnbar nel VII secolo, l’unico edificio medievale ancora conservato, la Red Abbey Tower, è situato all’esterno della città.

Terra di conquista, contesa dagli Irlandesi e dagli Inglesi nel corso dei secoli, la città perse le sue fortificazioni nel 1690, durante l’assedio da parte degli inglesi. Dopo il prosciugamento di paludi e stagni, fu creato un mercato per la vendita del burro, che permise lo straordinario sviluppo del commercio internazionale.

Fiorente nel XIX secolo, Cork si è abbellita di impressionanti edifici borghesi in stile georgiano e vittoriano, che oggi si possono ammirare passeggiando lungo la Grand Parade, fino a St Patrick’s Street.

Dove dormire a Cork

Per vedere tutte le strutture e prenotare un alloggio a Cork utilizza il form seguente, inserendo le date del soggiorno.

Dove si trova Cork

Vedi gli Hotel in questa zona

Approfondimenti su Cork

Dove dormire a Cork, B&B e Hotel consigliati

Dove dormire a Cork, B&B e Hotel consigliati

Dove mangiare e bere a Cork, i migliori ristoranti e pub

Dove mangiare e bere a Cork, i migliori ristoranti e pub

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.9 su 9 voti

Località nei dintorni

Condividi