Contea di Clare

Clare (An Clár) è isolata dalle contee confinanti a sud e est attraverso il fiume Shannon, Lough Derg e l’estuario dello Shannon, mentre a ovest confina con l’Oceano Atlantico. Questo distacco geografico ha influenzato pesantemente il suo carattere e la sua storia.

Rispetto ad altre aree in Irlanda, la contea Clare ha mantenuto un amore più profondo per le tradizioni e un orgoglio intenso nei confronti delle imprese e dei successi locali. La contea è rinomata per i suoi giocatori di hurling e i musicisti tradizionali.

La storia

In passato il territorio faceva parte del regno gaelico di Thomond in cui regnarono gli O’Briens, futuri conti di Thomond, i quali sconfissero la famiglia normanna a cui la regione era stata designata nel 1275, i de Clares. Si è pensato a lungo che il nome della contea derivasse da questa famiglia normanna quando furono fissati i confini moderni da Sir Henry Sidney nel 1565, ma era già d’uso comune un toponimo locale, an clár, (che significa “asse, tavola” o “tavolo”) per indicare un importante incrocio sul fiume Fergus, fuori Ennis, e questa sembra l’origine più plausibile del nome. Attualmente quel luogo si trova a Clarecastle.

Dopo la sconfitta inflitta da Cromwell sulla Catholic Confederacy nel 1641, Clare fu una di quelle aree in cui furono trasferiti i proprietari terrieri.
La contea rivestì un ruolo importante nel recupero dei diritti per i cattolici dopo che le severe leggi penali imposte dai Britannici nel XVIII secolo avevano proibito loro di tenere messe, acquistare o possedere terre di valore superiore a £5, di intraprendere professioni statali. La popolazione di Clare votò Daniel O’ Connell, portavoce dei diritti dei cattolici come membro del Parlamento e O’Connell ottenne la maggioranza dei voti così la Gran Bretagna dovette ammetterlo in Parlamento nel 1828. E’ grazie a lui se l’anno successivo fu emanato l’Act of Catholic Emancipation.

Gli effetti della Carestia e della conseguente emigrazione sono chiaramente visibili nell’ammontare della popolazione. Nel 1841, prima dell’inizio della Carestia, la contea aveva 286.000 abitanti. Dieci anni più tardi, dopo la Carestia, la popolazione era calata a 212.000. Nel 1996, un secolo dopo, si contavano 75.000 abitanti, un calo di quasi il 75% rispetto al 1841.c

Mappa

Da non perdere

Cliffs of Moher
In evidenza

Cliffs of Moher

Le Cliffs of Moher sono una delle attrazioni turistiche più conosciute e affascinanti d'Irlanda: imponenti scogliere alte 214 metri a strapiombo sul mare.
Leggi tutto
Doolin

Doolin

Doolin è un villaggio delizioso affacciato sull'oceano e a due passi dalle scogliere di Moher.: sembra uscito da un libro delle favole.
Burren

Burren

Questo paesaggio spettrale e lunare è unico nel suo genere: un tavolato calcareo, spoglio di vegetazione e ricco di fenditure che arriva fino al mare.

Da vedere

Black Head

Black Head

Kinvara

Kinvara

Dunguaire Castle

Dunguaire Castle

Bunratty Castle

Bunratty Castle

Loop Head

Loop Head

Ennis

Ennis

Inoltre

Spanish Point

Spanish Point

Spanish Point è una località balneare popolare per il surf, incastonata fra alte scogliere rocciose a picco sull'oceano burrascoso.
I delfini dello Shannon

I delfini dello Shannon

Nell’estuario dello Shannon risiedono 70 delfini e molti dei loro posti preferiti sono vicini alle spiagge nei pressi di Carrigaholt.
Ballyvaughan

Ballyvaughan

Villaggio di pescatori situato nella Galway Bay, Ballyvaughan è costruito attorno a un vasto porto per pescherecci, barche a vela e traghetti per le isole.
Corofin

Corofin

Il villaggio di Corofin, consistente in una manciata di case e una serie di allegri pub, si trova in una posizione favorevole per esplorare il Burren.
Ennistimon

Ennistimon

Questa vivace cittadina regala uno scorcio pittoresco grazie alle cascate del fiume Cullenagh che attraversano il suo centro: qui inoltre si ascolta ottima musica tradizionale!
Kilfenora

Kilfenora

Il piccolo villaggio di Kilfenora, è il luogo ideale per ascoltare la musica irlandese, grazie ai suoi pub dove si tengono session di musica dal vivo.
Killaloe

Killaloe

Situata nel punto in cui lo Shannon emerge dal Lough Derg, Killaloe è una delle stazioni turistiche della zona più frequentate.
Kilrush

Kilrush

Da questa graziosa cittadina sull'estuario dello Shannon è possibile imbarcarsi per Tarbert e attraversare lo stretto per raggiungere la contea di Kerry.
Lahinch

Lahinch

Lahinch, a nord dello Spanish Point, è la località più dinamica della contea, che deve la sua popolarità alla bella spiaggia, ideale per la balneazione e il surf.
Liscannor

Liscannor

Da Liscannor inizia la via panoramica che porta a Hags Head e alle Cliffs of Moher: è quindi un ottimo punto di partenza per esplorare la zona.
Lisdoonvarna

Lisdoonvarna

Antica località termale, ideale come base per esplorare il Burren, Lisdoonvarna è celebre per il suo Match-making Festival, un appuntamento per chi cerca l'anima gemella!
Quin

Quin

Qui sorge il Quin Franciscan Friary, un antico convento francescano risalente al 1433, quando fu costruito dai MacNamara sul sito di un castello del XIII secolo.
Scattery Island

Scattery Island

Scattery Island è situata nell’estuario dello Shannon e custodisce un complesso monastico, fondato nel VI secolo da St Senan risalente al IX secolo.
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.4 su 5 voti
Condividi