Isole Aran

Le Aran Islands si sono formate da una piattaforma calcarea staccatasi dalla zona del Burren: offrono un paesaggio unico in mezzo all'Oceano Atlantico.

Inishmore, Inishmaan e Inisheer, le tre Isole Aran, si sono formate da una piattaforma calcarea staccatasi sott’acqua dal Burren ed emersa dall’Atlantico all’entrata della Galway Bay.

Si tramanda che gli imponenti forti in pietra sulle Aran Islands furono costruiti da una leggendaria tribù celtica, i Firbolgs, provenienti dall’Europa. Le isole furono roccaforti delle famiglie gaeliche O’Flaherty e O’Brien e, a parte la sempre crescente popolarità turistica, lo stile di vita è cambiato molto poco nel corso dei secoli.

Caratteristiche

Usi e costumi sono rimasti quelli di un tempo: sono state mantenute vive e attuali le antiche tradizioni e la lingua gaelica, fino a pochi anni fa gli abiti venivano ancora tessuti in casa e le scarpe fatte a mano.

Per trasformare il terreno roccioso e sterile in aree coltivabili, gli isolani hanno raccolto sabbia e fuco (un tipo di alga) e li hanno disposti a strati su piccoli appezzamenti irregolari, recintati da muri a secco.
All’agricoltura si affiancano le attività legate al mare, per le quali gli abitanti si servono di imbarcazioni leggere costruite con fasciami di legno e coperte da una tela incatramata, chiamate curraghs.

Le isole sono famose anche per i loro maglioni di lana di pecora bianca, con trame e disegni differenti che indicano il mestiere di chi li porta (oggi acquistabili in tutta Irlanda), e per il tipico costume locale: le donne indossano una camicia di flanella rossa e uno scialle incrociato,mentre gli uomini portano gilet di tweed con una cintura variopinta.

Le isole sono raggiungibili:

  • in aereo: dal Connemara Airport presso Inverin, con la compagnia Aer Aran;
  • in traghetto:
    da Rossaveal con la compagnia Aran Island Ferrie e Aran Direct
    da Doolin con al compagnia Doolin Ferry (solo in estate). I traghetti partono almeno una volta al giorno in inverno, e più volte durante l’estate.

Inishmore (Big Island o Arainn)

Inishmore è la più grande delle Isole Aran, con 12 km di lunghezza e 4 di larghezza.

Kilronan, dove arrivano i battelli, è il villaggio principale, in cui si trovano posti per dormire e mangiare, oltre a pub con musica tradizionale. Sull’isola ci sono numerose attrazioni e per girarla tutta, molti turisti prendono in affitto le biciclette o, per restare in tema con le tradizioni locali, i calessi guidati da pony.

Cosa vedere

  • Aran Heritage Centre
  • Dun Aonghasa, Dun Duchathair
  • Dun Eochla, Dun Eoghanachta
  • Port Chorruch Bay
  • Dun Duchathair Fort
  • St Enda’s Monastery
  • Teampall Chiarain (chiesa di St Kieran)
  • Saint Kieran’s Well (vicino Mainistir)
  • Na Seacht dTeampaill (Sette Chiese)
  • Cloghan na Carraige

Inishmaan (Inis Meain, Middle Island)

Inishmaan è l’isola centrale, di media grandezza tra le tre. Area di lingua gaelica, come Inishmore, essa ospita degli insediamenti preistorici.

Cosa vedere

  • Chonchuir (o Conor Stone Fort)
  • Dun Fearbhaigh
  • Cill Cheannannach
  • Tra Leirtreach Beach

Inisheer (Inis Oirr, Eastern Island)

Inisheer è la più piccola delle isole Aran, che ospita, comunque diverse attrazioni e dove è possibile trovare luoghi per dormire e mangiare, oltre che noleggiare biciclette.

Cosa vedere

  • Teampall Chaoimhain (Chiesa di St Kevin’s)
  • Inisheer Heritage House
  • Cill Ghobnait (Chiesa di St Gobnait’s)
  • Well of Saint Enda
  • Dun Formna

Mappa

Alloggi Isole Aran

Cerchi un alloggio a Isole Aran?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Isole Aran
Mostrami i prezzi