Contea di Down

Allungandosi a sud lungo la costa orientale, da Belfast fino al confine dell’Irlanda del Nord con la Repubblica d’Irlanda, la contea di Down (An Dún = The Fortress = la fortezza) custodisce numerosi castelli, chiese, monumenti megalitici e grandi dimore circondate da giardini.

La costa a nord di Down offre tutto ciò che gli amanti degli sport d’acqua possano desiderare. Un gran numero di paesini e cittadine di diverso fascino e grandezza, offrono l’opportunità di fuggire allo stress quotidiano immergendosi nella pace maestosa della costa, lungo la Ards Peninsula, e nella calma glaciale del Strangford Lough.
La penisola è come un dito piegato in maniera protettiva attorno allo Strangford Lough, che collegato al mare tramite uno stretto passaggio.
Pesca, nautica e tuffi sono tra le attività disponibili per coloro che amano l’aria aperta.

Le Mourne Mountains, nel sud della contea, rappresentano una delle più belle zone del paese e sono l’attrazione più bella della contea per gli amanti di free-climb, passeggiate e panorami. Da questa immensa catena montuosa fino alla Gold Coast, a nord, la contea Down offre un po’ di tutto. Le sue numerose pianeggianti colline si innalzano a formare l’asprezza granitica delle montagne, andando verso sud.

Ci sono numerose attrazioni anche per gli appassionati di storia: in particolare, una visita al Somme Heritage Centre, a Newtownards, offre uno sguardo illuminante al ruolo di uomini e donne irlandesi durante la prima guerra mondiale.

Down fu la prima area del nord ad essere catturata dai Normanni, quando John de Courcy marciò nel 1177 a nord di Dublino con circa 300 uomini. Essi furono presto assorbiti all’interno della popolazione nativa e la regione mantenne il suo carattere ampiamente gaelico fino al XVII secolo, quando, sebbene l’area non fosso formalmente inclusa nella Plantation dell’Ulster, ci fu un massiccio influsso da parte di coloni Scozzesi e Inglesi.

I presbiteriani e i membri della Chiesa d’Irlanda costituiscono oggi circa i 2/3 della popolazione. Esiste, comunque, un’ampia comunità cattolica, visto che uno dei padri fondatori della Cristianità in Irlanda, S. Patrizio, approdò per primo vicino Downpatrick, dove si crede sia anche sepolto.

Mappa

Da non perdere

Mount Stewart House e Gardens

Mount Stewart House e Gardens

La Mount Stewart House, con i suoi splendidi giardini, fu la residenza della famiglia Londonderry, mentre oggi è proprietà del National Trust.
Strangford Lough

Strangford Lough

E' una lunga e bellissima insenatura che s'insinua nella verde terra coltivata: in questo angolo tranquillo e silenzioso trovano casa ben 2000 specie di animali marini.

In evidenza

Dundrum Castle

Dundrum Castle

Green Castle

Green Castle

Grey Abbey

Grey Abbey

Inoltre

Ballycopeland Windmill

Ballycopeland Windmill

Ballycopeland Windmill è l’unico mulino d’Irlanda ancora in funzione: al suo interno è possible osservare la lavorazione del grano.
Castle Ward

Castle Ward

Castle Ward è una villa in stile neogotico del XVIII secolo, situata in una sontuosa proprietà di 700 acri, che giunge fino alle rive dello Strangford Lough.
Inch Abbey

Inch Abbey

A 1,5 km da Downpatrick, non lontano dalle sponde del fiume Quoile, la Inch Abbey fu costruita nel 1180 da De Courcy per i cistercensi: ne restano scarsi ruderi.
Scrabo Hill Country Park

Scrabo Hill Country Park

La Scrabo Hill Country Park, 2 km a sud-ovest di Newtownards, ospita una torre alta 41 metri eretta nel 1857 in memoria del terzo marchese di Londonderry.
Ulster Folk and Transport Museum

Ulster Folk and Transport Museum

L'Ulster Folk and Transport Museum illustra il passato della provincia tramite ricostruzioni di antichi edifici, tra cui una scuola, una chiesa, un mulino ad acqua, un cottage, una canonica e una casa terrazzata.
Downpatrick

Downpatrick

Questa cittadina senza troppe attrattive richiama qualche turista religioso che ripercorre i luoghi e le orme del santo patrono d'Irlanda.
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Condividi