Giant’s Causeway

Le Giant’s Causeway sono uno dei luoghi più magici d'Irlanda: 40.000 colonne di basalto esagonali, di origine vulcanica, emergono misteriose dal mare burrascoso.

Le Giant’s Causeway, chiamate anche il Selciato del Gigante, sono un promontorio formato da circa 40.000 colonne di basalto esagonali di origine vulcanica: si è creato circa 6 milioni di anni fa da un flusso di lava dovuto ad eruzioni vulcaniche.

Situate in Irlanda del nord, le Giant’s Causeway sono in assoluto uno dei luoghi più magici e originali d’Irlanda. Le colonne emergono dal mare creando decine di originali composizioni lungo la costa battuta dal vento e dalle onde che s’infrangono rumorose, dando vita a un quadro poetico e infinitamente emozionante. Questa incredibile formazione rocciosa è talmente suggestiva e preziosa dal punto di vista naturalistico da essere dichiarata Patrimonio dell’Unesco dal 1986.

La leggenda narra che il guerriero gigante dell’Ulster Fionn Mc Cumhaill si fosse innamorato perdutamente di una gigantessa scozzese dell’isola di Staffa e per raggiungerla avesse costruito con le sue possenti mani una strada di pietra per poterla corteggiare ogni giorno.

In realtà queste pietre così uniche sono il risultato di un’esplosione sotterranea risalente a 60 milioni di anni fa, che si estese dalla Causeway fino in Scozia, a Staffa e all’isola di Mull: un’immensa massa di lava di basalto che, raffreddandosi in superficie, si solidificò in forme così regolari.

Visitare le Giant’s Causeway

La visita di questo splendido sito naturalistico è abbastanza lunga, soprattutto se decidete di intraprendere il percorso circolare: calcolare dalle 2 alle 3 ore. La maggior parte del sito è liberamente accessibile, quindi potrete camminare fino all’acqua, arrampicarvi sulle rocce ed esplorare la costa per trovare punti di vista originali e prospettive particolari delle formazioni.

I sentieri

Se amate camminare e non avete limiti di tempo, potete seguire i vari sentieri intorno alle Giant’s Causeway: vi porteranno sulle scogliere e lungo la costa, con viste epiche e spettacolari grazie una prospettiva diversa di questa meraviglia naturale.

Il Blue Trail (1,2 chilometri solo andata) inizia al Centro visitatori e scende verso la riva, con la scogliera alla vostra destra e l’oceano alla sinistra, prima di arrivare allo sperone di pietra della strada rialzata.

Il Red Trail (3,2 chilometri andata e ritorno) rimane invece in cima alla scogliera, tracciando una passeggiata lungo il bordo, oltre il punto di vista di Weir Snout e tra alcuni massi prominenti, prima di raggiungere la cima degli Shepherd’s Steps, da dove si può scendere alla strada rialzata.

Il Green Trail (1,3 chilometri andata e ritorno) è una delle opzioni più facili ed è accessibile a sedie a rotelle e carrozzine. Dal Visitor Centre, si percorre una delle scogliere per una vista mozzafiato sulle Giant’s Causeway e su entrambi i lati della costa.

E infine il Yellow Trail (2,9 chilometri solo andata), che fa parte del sentiero pedonale Causeway Coast Way e si snoda lungo le scogliere sopra le Giant’s Causeway, con viste spettacolari sull’acqua. Sebbene questo sentiero non arrivi fino al mare, ci sono alcuni punti in cui è possibile scendere con facilità.

Le formazioni più famose

Dopo aver intrapreso il sentiero alto, che segue il profilo delle scogliere ed essere scesi al mare grazie a una ripida scalinata di 162 gradini, potrete ammirare una vista spettacolare sul panorama sottostante. Dall’alto farete una splendida passeggiata a picco sul mare, circondati da meravigliosi pascoli e distese di erica in fiore, per poi riprendere il cammino nella parte bassa.

Qui inizierete a vedere da vicino le tante formazioni rocciose presenti, prima fra tutte il Giant’s Organ, un insieme di colonne di basalto alte ben 12 metri. A questo punto tornando a ritroso lungo la strada asfaltata sul livello del mare, incontrerete prima The Giant’s Boot, una grande pietra a forma di stivale, poi The Whishing Chair, la famosa distesa di blocchi esagonali chiamata anche l’Alveare, seguito da The Granny e infine The Camel, una piccola isola a forma di cammello accucciato.

Se siete stanchi dopo la lunga passeggiata, dalla formazione chiamata L’Alveare, potrete usufruire di un servizio di navetta a pagamento, che ogni 10 minuti vi porterà all’ingresso.

Consigli per la visita

La visita di questa meraviglia naturale è libera, quindi occorre prestare grande attenzione alla sicurezza individuale durante il percorso di visita.

Le scogliere sono a rischio frane: non sporgetevi troppo e non camminate vicino allo strapiombo. Inoltre il vento è quasi sempre molto forte e intenso: questo provoca un ulteriore rischio per chi percorre il sentiero alto.

La forza del vento fa cambiare rapidamente le condizioni atmosferiche: premunitevi per il freddo e la pioggia con abbigliamento impermeabile e giacca antivento. Vi consigliamo un abbigliamento adeguato anche per quanto riguarda le calzature da indossare: occorrono scarpe idonee dal momento che i blocchi di basalto, spazzati dall’acqua, sono spesso bagnati e quindi scivolosi.

Prestate particolare attenzione al mare, che s’infrange impetuoso contro le rocce e che potrebbe cogliervi impreparati. Se viaggiate con bambini state loro vicini e sorvegliate l’esplorazione di questa divertente formazione rocciosa, specialmente nei punti dove arriva la forza delle onde.

Infine, evitate di uscire dalle zone segnalate, per evitare buche e frane, ma soprattutto per non rovinare questa meraviglia della natura.

La leggenda sulla nascita delle Giant’s Causeway

Le Giant’s Causeway sono un’antichissima formazione rocciosa, che nel passato ha stimolato la fantasia degli uomini antichi, per le sue forme bizzarre e la sua originale posizione.

Secondo la leggenda, fu il gigante Finn McCool ad aver costruito questo sentiero di pietre, per raggiungere a piedi la Scozia e combattere il gigante rivale, Benandonner.

Prima di arrivare, purtroppo Finn si addormentò e venne colto impreparato da Benandonner, che raggiunse per primo le coste irlandesi, con lo scopo di uccidere il rivale. La moglie del gigante irlandese utilizzò uno stratagemma per nascondere il suo amato: lo nascose sotto un drappo, fingendo di coprire così il giovane figlio addormentato.

Ingannato dalla donna e spaventato dalla mole spropositata del bambino, Benandonner, immaginando le dimensioni di Finn, rinunciò ai suoi piani sanguinosi e fece ritorno in Scozia, distruggendo al suo passaggio la parte irlandese del sentiero, per impedire a Finn di tornare a ucciderlo.

La storia delle Giant’s Causeway

In realtà le Giant’s Causeway sono il risultato di uno sconvolgimento naturale risalente a oltre 60 milioni di anni fa: La contea di Antrim, infatti, divenne il fulcro di un’intensa attività vulcanica.

Le eruzioni vulcaniche produssero una grande quantità di lava che, scivolata sul basamento di gesso e a contatto con l’acqua e l’aria, si raffreddò velocemente, creando queste incredibili colonne esagonali: le Giant’s Causeway.

Questa progressiva fuoriuscita lavica avvenne in diversi periodi di attività vulcanica, con conseguenti livelli diffeenti di  formazioni di basalto: ancora oggi si possono individuare le Lower, le Upper Basalts e le Middles, cui appartengono le rocce delle Giant’s Causeway.

Successivamente, con il lento agire del tempo e della forza erosiva del mare e del vento, sono state plasmate rocce di forme diverse e formazioni laviche complesse, che si possono ammirare a ridosso della scogliera come il famoso Organo.

Le Giant’s Causeway sono state scoperte nel 1693, ma fu solamente nel 1771 che vennero iniziate le prime indagini geologiche, che stabilirono l’origine vulcanica del fenomeno.

Biglietti per le Giant’s Causeway

Sebbene non sia chiaramente indicato, l’accesso alle Giant’s Causeway è assolutamente gratuito. Ad essere a pagamento è il parcheggio e l’ingresso al Centro Visitatori.

I biglietti Visitor Experience includono il parcheggio, la visita guidata con il team di storytelling, l’uso di audioguide portatili (disponibili in 11 lingue), l’accesso all’area espositiva e interpretativa del Centro visitatori, al negozio, alla caffetteria e a tutte le strutture.

Il Centro Visitatori, semi-nascosto nel fianco della collina, offre la possibilità di approfondire miti, leggende, storia sociale, fauna selvatica e conservazione di questa incredibile conformazione geologica. Troverete un centro multimediale, un caffè e un negozio che fornisce artigianato locale,  libri, opuscoli, informazioni turistiche e audioguide multilingue.

Visitare le Giant’s Causeway gratis

Purtroppo è difficile non utilizzare i parcheggi ufficiali: nelle strade secondarie è severamente vietato parcheggiare, a meno che non si voglia incorrere in multe parecchio salate. L’unico modo per evitare il costo del parcheggio è quello di raggiungere le Giant’s Causeway a piedi, con una lunga passeggiata.

Ci sono 2 possibilità e in tutti i casi, è necessario avere bel tempo e indossare buone scarpe da passeggio, in quanto il sentiero può diventare fangoso in alcuni punti.

Orari delle Giant’s Causeway

Il Centro Visitatori è aperto dalle 09.00 alle 18.00 a marzo, aprile, maggio e ottobre, dalle 09.00 alle 19.00 da giugno a settembre, dalle 09.00 alle 17.00, da novembre a febbraio. E’ invece chiuso il 24, 25 e 26 dicembre.

Essendo l’attrazione più visitata dell’Irlanda del Nord, le Giant’s sono molto affollate, soprattutto nella fascia oraria fra le 11 e le 13 dal momento, quando arrivano gli autobus turistici provenienti da Belfast e da Dublino. I momenti migliori per visitarla in tranquillità sono sicuramente la mattina presto e verso il tramonto, quando potrete ammirare colori spettacolari.

Come arrivare alle Giant’s Causeway

Le Giant’s Causeway sono incastonate tra la città di Bushmills, famosa per la sua distilleria di whisky e Ballycastle , dove si può visitare la storica Auld Lammas Fayre. Nelle vicinanze si trovano le località balneari di Portstewart e Portrush.

Il modo più comodo e pratico per arrivare è con la vostra auto a noleggio: potrete raggiungere le Giant’s Causeway in 1 ora da Belfast (a 100 km) o in circa 3 ore da Dublino, che dista 270 km.

Arrivarci con i mezzi pubblici è invece assai più complesso: dovrete passare prima da Belfast e da li spostarsi a Coleraine in treno. Da Coleraine occorrerà poi prendere uno dei diversi bus che portano alle Giant’s che però sono stagionali: Ulsterbus 172, Goldline 221, Causeway Rambler Service 402, Open Top Causeway Coast Service 177, solo per citarne alcuni.

Se non avete l’auto molto meglio partecipare a un tour in bus che oltre le Giant’s Causeway vi permetterà di vedere altre attrazioni lungo il tragitto.

Tour da Belfast

Tour da Dublino

Dove dormire vicino alle Giant’s Causeway

Per visitare le Giant’s Causeway bastano poche ore ed è una gita che si può fare tranquillamente partendo da Belfast, Derry, Portrush o Bushmills. Queste città sono delle ottime basi strategiche per esplorare la Costa di Antrim.

Se invece preferite rifuggire il caos delle città e assaporare tutta la tranquillità della Causaway Coast, sappiate che troverete alloggi per ogni budget, dalle pensioni agli hotel panoramici e di lusso, fino agli ostelli e al glamping in stile rustico.

Cerca
Offriamo le migliori tariffe Se trovi a meno rimborsiamo la differenza.
Cancellazione gratuita La maggior parte delle strutture permette di cancellare senza penali.
Assistenza telefonica h24 in italiano Per qualsiasi problema con la struttura ci pensa Booking.com.

Hotel e B&B consigliati in zona

Hotel
Portrush Atlantic Hotel
Portrush - 73 Main StreetMisure sanitarie extra
7,6Buono 2.130 recensioni
Prenota ora
Hotel
Causeway Hotel
Bushmills - 40 Causeway RoadMisure sanitarie extra
8,6Favoloso 2.058 recensioni
Prenota ora
Hotel
Inn On The Coast
Portrush - Ballyreagh RoadMisure sanitarie extra
8,7Favoloso 1.713 recensioni
Prenota ora
Vedi tutti gli alloggi

Informazioni utili

Indirizzo

44 Causeway Rd, Bushmills BT57 8SU, Regno Unito

Contatti

TEL: +44 28 2073 1855

Orari

    Aperto tutti i giorni 24 ore su 24

Dove si trova Giant’s Causeway

Il Selciato del Gigante si trova solamente a 1 ora da Belfast e Derry e a 3 ore da Dublino, lungo la costa di Antrim, in Irlanda del Nord.

Alloggi Giant’s Causeway
Cerchi un alloggio in zona Giant’s Causeway?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Giant’s Causeway
Verifica disponibilità

Attrazioni nei dintorni