Itinerario nel Ring of Kerry

Vi portiamo alla scoperta della penisola di Iveragh che sa regalare gli scorci più affascinanti dell’Irlanda del sud ovest: panorami mozzafiato.

Percorso:  121 km | Durata: 1 giorno | Periodo consigliato: giugno/luglio

La penisola di Iveragh regala gli scorci più affascinanti dell’Irlanda del sud ovest.

Questo percorso è ideale per chi si sposta in macchina, con la possibilità di esplorare le stradine meno battute, allontanandosi dalle arterie principali: se vi lascerete guidare dall’intuito, senza fretta, seguendo i sentieri più isolati, scoprirete angoli suggestivi e panorami mozzafiato.

Noi vi segnaliamo deviazioni interessanti, ma vi consigliamo di andare “all’avventura” ed esplorare le vostre strade!

Tappe principali

  1. Killorglin – Balliskelligs | 72 km
  2. Balliskelligs – Kenmare| 49 km

Lasciata la piccola cittadina di Killorglin, famosa per la sagra del Puck Fair, che si tiene a metà agosto, prendete la strada per Caragh, seguendo le indicazioni per il Lough Caragh. Dopo il negozio di O’Shea’s, girate a sinistra seguendo i cartelli in legno che segnalano Loch Cárthaí. Arriverete ad un bellissimo panorama sul lago e sulle montagne, adatto agli appassionati di fotografia: pecore dalla testa nera, ginestre fiorite, pinete profumate e fiumi ricchi di trote e salmoni.

Rientrando sulla N70, dirigetevi verso Glenbeigh, autentico paese di torbiere. Da qui dirigetevi verso Rossbehy Strand: per 5 km si snoda una lunghissima duna dalla quale, solo nelle giornate limpide, si scorge e si ammira la penisola di Dingle. Dalla spiaggia c’è un piccolo sentiero, che consigliamo a chi non soffre di vertigini: costeggia strapiombi mozzafiato per poi gettarsi nella boscaglia fresca e verdissima.

Raggiunto il paese di Cahersiveen (da qui è anche possibile prendere accordi con i barcaioli per raggiungere le Isole Skelling), superate il Barracks Heritage Centre: dopo il ponte, girate a sinistra e, seguendo i cartelli per Stone House, potrete arrivare a Leacanabuile, la fortezza risalente all’età del bronzo circondata da una cinta muraria alta 2 metri.

Ridiscesi sulla strada principale, prendete la deviazione per Portmagee. Da qui due possibili soluzioni:

  1. raggiungere Valentia Island tramite il ponte e ammirare scorci e scogliere per apprezzare il panorama su Beginish Island, Cahersiveen e la punta di Duulus Head
  2. raggiungere le isole Skellig, paradiso naturalistico e dimora di monaci, anche solo con un giro in barca senza attraccare: il panorama merita una deviazione.

Il giro prosegue con la strada che collega Portmagee a Ballinskelling: pittoresca, con cartelli rigorosamente in gaelico, pendii scoscesi ma con panorami incredibili sulla baia. È lo Skellig Ring, strada tortuosa e un pò mal ridotta: porta a Bolus Head, costeggia prima Killonecaha e poi Saint Finan. Non siate schizzinosi e vi ripagherà con angoli suggestivi, soprattutto con la bassa marea.

Superata la cittadina balneare di Waterville, se avete tempo, salite al passo di Coomakista, per ammirare le praterie e le lande del Kerry. L’alternativa che consigliamo è di raggiungere il Lough Currane, una passeggiata tranquillamente percorribile in macchina per 7 km, che si arrampica sul passo che domina il lago e la baia: direzione Caherdaniel, a 900 m da Waterville, girate a sinistra al cartello Lakelands Guest House – Lough Currane.

Da qui a Sneem c’è l’imbarazzo della scelta. Ogni sentiero, ogni stradina secondaria è una vera scoperta: la strada principale infatti corre in alto o più lontano rispetto alla costa. È quindi altamente consigliabile lasciarsi “perdere” lungo una qualsiasi di queste strade per andare alla ricerca di accessi meravigliosi al mare, a micro baie, a suggestivi panorami.

Una dritta per tutte: scendete verso la Derrynane House: è immersa in un vero e proprio paradiso per gli amanti delle passeggiate. Ci sono diversi sentieri, anche segnalati, che salgono e scendono sulle dune erbose, che si affacciano a spiagge di sabbia bianca, a isolotti raggiungibili a piedi con la bassa marea e ad angoli di pura solitudine, in cui potrete ammirare la vera essenza di queste terre del sud ovest, battute dai venti, ma dalla mite vegetazione. E su questi sentieri non è raro incontrare persone simpatiche del posto che vi attaccheranno sicuramente bottone! Non abbiate fretta e concedetevi una passeggiata nel silenzio e nella natura.