Itinerario Dublino e il Donegal

Un percorso alla scoperta di una delle contee più selvagge d'Irlanda, il Donegal passando per la valle del Boyne, una zona ricca di siti archeologici.

Percorso: 668 km | Durata: 7 giorni | Periodo consigliato: luglio

Un percorso alla scoperta di una delle contee più selvagge d’Irlanda, il Donegal passando anche per la valle del Boyne, una delle zone con maggior concentrazione di siti archeologici.

Tappe principali

  1. Dublino – Drogheda – Kells | 84 km
  2. Ballyshannon – Donegal Town | 181 km
  3. Donegal town – Glenties  | 50 km
  4. Dalla zona The Rosses alla costa settentrionale (2 gg) | 179 km
  5. Penisola di Inishowen | 149 km
  6. ritorno a Dublino | 250 km

Questo itinerario consente di esplorare una delle zone più spettacolari e suggestive d’Irlanda, la magnifica regione di Sperrins e Donegal. Attraverserete fitti e freschi boschi, laghetti incontaminati, riserve naturali, antiche rovine, immersi in una natura prorompente, silenziosa e selvaggia. Anche la parte costiera è una delle più affascinanti del nord Irlanda, capace di svelare tutta l’atmosfera, lo spirito e il fascino di queste terre solitarie.

Itinerario giorno per giorno

1° giorno: Dublino – Drogheda – Kells

boyne valley_da pallotronIncomincia il percorso dal Brú Na Boinne Visitor Centre, nel villaggio di Donore, raggiungibile con la N51 che proviene da Drogheda. Sono qui le antichissime e spettacolari tombe a galleria di Newgrange, Knowth e Dowth. È questo anche il luogo in cui si combatté la Battaglia del Boyne.

Una volta lasciata Newgrange procedete verso Slane lungo la R163 e oltre fino a Kells, attraverso un’area ricca di storia. A Kells cercate la famosa Alta Croce celtica. La località è celebre anche perché qui fu creato il preziosissimo Libro di Kells, ora custodito al Trinity College di Dublino.

Proseguire in direzione Oldcastle lungo la R163. Qui si trovano i tumuli funerari sulle cui origini storia e leggenda sembrano non coincidere affatto. Si dice addirittura che a crearle sia stata una fattucchiera che si sarebbe divertita a sorvolare la zona lanciando sassi dall’alto!

Lasciata Oldcastle ritornate sui vostri passi per andare a prendere la N51, la principale via di collegamento tra Drogheda e Slane. Prima di arrivare a Slane incontrerete un piccolo cottage: qui nacque Francis Ledwidge, poeta della Prima Guerra Mondiale. L’abitazione è oggi un museo intitolato all’artista. Attraversate Slane, piccolo villaggio ai margini di una vasta tenuta, caratterizzato da belle case in stile georgiano.

Da Slane prendere la N51 e procedere a sud-ovest, in direzione di Navan. Sulla sinistra s’incontra Slane Castle, che ha fornito la sua cornice d’eccezione ai concerti di grandi protagonisti della scena musicale. Da Bruce Springsteen a Madonna, da Robbie Williams ai Queen si sono tutti esibiti qui, con la storia alle spalle e una folla di 80.000 fan di fronte…

Consigli

  • Per una gita al mare, andate a vedere le dune di sabbia di Mornington, prendendo la litoranea con dolci scenari costieri fino a Clogherhaed, piccolo porticciolo sul mare d’Irlanda che possiede una spiaggia tranquilla e graziosa.
  • Visitate il monastero di Monasterboice fondato da San Boezio.
  • Potete andare a vedere Old Mellifont, le rovine della prima abbazia circestence d’Irlanda.
  • È d’obbligo una deviazione al Trim Castle, la piazzaforte anglonormanna più imponente e meglio conservata d’Irlanda.

2° giorno: Ballyshannon – Donegal Town

rossnowlagh_da djwwestwoodDa Ballyshannon vi consigliamo di proseguire utilizzando la strada costiera: vi imbatterete in magnifici scorci sulla selvaggia costa del Donegal e sull’Oceano Atlantico fra la fresca brezza oceanica e i profumi della terra. Andate fino a Rossnowlagh, chiamata anche The Heavenly Cove, che vi regalerà una delle più spettacolari e immense spiagge di tutto il nord. Da qui proseguite per Donegal Town, passando per i deliziosi pittoreschi villaggi di Ballintra, Bridgetown e Laghy.

Consigli

  • A Rossnowlagh c’è la Franciscan Abbey: potrete riposarvi nei suoi splendidi giardini.
  • A Donegal Town visitate: Donegal Castle, Diamond, Donegal Abbey, Donegal Craft Village.
  • Da non perdere la scenic route che costeggia il Lough Eske fino al Barnesmore Gap sulle maestose Bluestack Mountains.

3° giorno: Donegal town – Glenties

IMG_0041_2_3_tonemappedVisitate il villaggio di Mountcharles e quello di Inver prima di dirigervi verso Ardara. Da qui, proseguite fino a Naran e Portnoo, due deliziosi villaggi di mare che offrono unici panorami sull’Oceano e rilassanti spiagge dorate per qualche sosta rigenerante.

Da non perdere la Slieve League, la scogliera più alta d’Europa: vedrete panorami mozzafiato!

Ridiscendendo una deviazione interessante è la Glencolumbkille, una valle e proseguendo dopo Ardara, fare il Glengesh Pass: una continua visione di torbiere punteggiate di malva, laghi e boschetti…incantevole!

La giornata può concludersi a Glenties.

Consigli

  • Merita una sosta l’isola di Inishkeel, dalle bellissime spiagge.
  • I paesaggi di Portnoo sono un vero e proprio emblema della regione del Donegal: dedicateci un pò di tempo per gustarli appieno e girate i dintorni per scoprire nuovi panorami.
  • Potete anche raggiungere Ballybofey attraverso una pittoresca strada che consente di ammirare nuovi e fantastici scorci sulle Bluestack Mountains, per poi fare ritorno verso Strabane.

4° e 5° giorno: dalla zona The Rosses alla costa settentrionale

horn-head_da-pallotron2Viste le molte cose da vedere, ad esempio Horn Head che merita una sosta tranquilla, potete dedicare a questi luoghi 2 giornate, per non fare le cose di corsa.
Salendo verso Inishowen si passa nella regione The Rosses dalle coste frastagliate e spazzate dai venti, dove si conserva ancora una forte impronta tradizionale nella musica e nelle usanze. Dedicateci tempo e scoprite questa zona costellata di ben 120 laghetti che si estende da Dungloe fino a Crolly: vi consigliamo di scegliere la strada costiera molto più suggestiva di quella interna, più veloce ma meno panoramica.

Superati i Rosses ci si avvicina alla costa settentrionale del Donegal, la più affascinante e spettacolare. La strada che da Gortahork porta a Milford vi consentirà di ammirare la verde campagna interrotta da baie selvagge coronate da isolette solitarie e spiagge quasi deserte. Seguendo questo percorso arriverete alla meravigliosa penisola di Horn Head e alla penisola di Rosguill che potete tranquillamente ammirare percorrendol’Atlantic Drive.

Consigli

  • Se avete tempo fate un’escursione a Tory Island, ricovero dei pirati e dalle splendide vedute della costa.
  • Passate da Crolly e da Gweedore, dove si susseguono laghetti e rocce enormi che la leggenda vuole scagliate dal gigante Finn Mc Cool.
  • Una piccola deviazione che merita è raggiungere Creeslough: raggiungendo il Lackagh Bridge potrete ammirare tutta la baia di Sheephaven.

6° giorno: Penisola di Inishowen

inishowen_da Janek KlossIl giro di questa splendida zona merita una giornata: litorali calmi e rettilinei si alternano a coste aspre e selvagge. Un vero paradiso per gli amanti della natura e della fotografia!

Partendo da Buncrana con i suoi 5 chilometri di spiagge si arriva a Grianan Aileach Fort, un forte panoramico che fa spaziare lo sguardo fino al Lough Foyle e al Lough Swilly.

Consigli

  • Il giro della penisola parte dalla piccola città di Letterkenny, che si visita in poco tempo.
  • Avventuratevi al Gap of Mamore con la strada panoramica “Inishowen 100” nella gola di Urris Hill e Marmore, che regalano vedute spettacolari sul mare e sui fianchi selvaggi della montagna.
  • La Inishowen 100 è un circuito circolare di 160 km che tocca le principali attrazioni della zona!

Alternativa

horn head_da derroraSe pensate che i Rosses e la costa settentrionale non meritino una sosta così lunga potete recuperare una giornata da dedicare a Dublino o all’inizio o alla fine del vostro giro.

Consigli

  • Un’altra meta imprescindibile è Tara, sito dei Re d’Irlanda e cuore della civiltà celtica.
  • Vicino a Bundoran c’è una spiaggia incantevole, la Tullan Strand raggiungibile grazie a una bellissima passeggiata che vi farà scoprire il Fairy Bridge, il ponte delle fate e il Puffing Hole, il buco che soffia, con splendidi paesaggi sulla penisola di Glencolmcille.
  • Se avete tempo potete fare il giro della penisola di Dawros Head.
  • L’Atlantic Drive che percorre la penisola di Rosguill compie il giro completo ma, per gli appassionati, può essere percorsa anche a piedi in 13 km: qui vedrete alcuni tra i migliori paesaggi di tutto il Donegal!
  • Malin Head, la punta più a nord della penisola: un vero paradiso…da sedersi in riva al mare e sognare!