Connemara

Connemara

Questo angolo d’Irlanda racchiude tutta l’essenza dell’isola, fatta di brughiere selvagge e di coste pittoresche, un mix unico e incredibile!

Se cercate un’immagine rappresentativa dell’Irlanda, dovete pensare al Connemara.

Questo angolo d’Irlanda infatti racchiude tutta l’essenza irlandese, fatta di una dolcissima e poetica unione di mare e di terra. Infatti esistono due diversi modi di visitare il Connemara, entrambi imperdibili e capaci di regalare paesaggi assolutamente spettacolari.

Due itinerari

Strada costiera (R340-341)

Da una parte c’è una costa incredibilmente frastagliata: la parola Connemara significa in gaelico Insenature del Mare ed è proprio così. La costa è tutto un susseguirsi di piccole insenature e spiaggette dalla sabbia bianca come Dog’s Bay, nascoste alla vista dei turisti frettolosi, villaggi di pescatori come Roundstone e Carna, dove le barche ondeggiano sonnolenti e tante baie disseminate di piccole isolette, alcune delle quali (come Lettermore, Gorumna e Lettermullan) sono unite alla terraferma con ponti o strette penisole che si diramano nel mare come dita. L’itinerario costiero vi porterà dalla Kilkieran Bay fino a Clifden e la spettacolare veduta dell’unico fiordo dell’isola, a Leenane.

Un angolo davvero suggestivo del Connemara è proprio la Kilkieran Bay: dopo aver visitato Coral Strand, una spiaggia interamente composta da coralli e frammenti di conchiglie, questa baia si aprirà a voi come un vero e proprio labirinto. Infatti è composta da una serie di piccole isolette di una bellezza sconvolgente (anche per il senso di totale solitudine e isolamento) collegate fra di loro da stradine rialzate e ponticelli. Attenzione al rischio di perdervi e di impiegare diverso tempo prima di riuscire a rimboccare la strada principale in direzione di Carna.

Non perdetevi anche la sublime costa settentrionale del Connemara, da molti saltata frettolosamente: qui i paesaggi montani, austeri e selvaggi si uniscono con l’impetuoso panorama dell’oceano. Appena fuori Clifden inizia la Sky Road, un percorso ad anello che segue un aspro paesaggio costiero, selvaggio e solitario ma di un bellezza sconfinata. Lungo i 12 chilometri di questo percorso potrete ammirare splendidi paesaggi in compagnia solo del vento e delle pecore. Il giro può essere fatto anche in bicicletta.

La Renvyle Peninsula, piccola e poco conosciuta, nelle giornate limpide sa regalare un caleidoscopico gioco di colori: il mare color cobalto, il bianco della spiaggette come la splendida mezzaluna di Rosroe Qay, il cielo dalle tante tonalità di azzurro, lo smeraldo accecante dell’erba che ondeggia al vento, le colline di scuro marrone come la torba e il color ardesia delle rocce  modellate dal mare e dal vento, il giallo della ginestra che ricopre i prati intorno al Lough Fee.

La via delle brughiere (N59)

Procedendo invece nel cuore del Connemara troverete una caleidoscopica veduta: un paesaggio verdissimo e selvaggio, costellato di torbiere disseminate di stagni e profondi laghetti, con i campi suddivisi dai tipici muretti in pietra all’interno dei quali pascolano in libertà pecore e montoni.

A fare da cornice la catena dei Twelve Bens si erge come una maestosa corona su questa terra famosa per i suoi pony e per i suoi incantati paesaggi. Qui i colori cambieranno con il repentino mutare della luce e delle nuvole portate dal vento impetuoso che soffia dall’oceano regalandovi vedute assolutamente spettacolari in cui l’azzurro del cielo si riflette nei tantissimi specchi d’acqua che punteggiano la terra scura di torba, incantevoli laghi, come Lough Inagh, nella panoramica Lough Inagh Valley, a nord di Recess, e Lough Derryclare.

Se amate le escursioni a piedi potete visitare il Connemara National Park, 2000 ettari di torbiere, montagne e brughiere solcati da una vasta serie di sentieri che solcano vallate e alture con percorsi a diversi livelli di difficoltà.

Consigli

  • Il modo migliore per visitare il Connemara è sicuramente quello di spostarsi in auto, per uscire dai percorsi più battuti e ammirare gli angoli più spettacolari della regione. Infatti le linee di autobus collegano solo le città più importanti e vi perdereste la bellezza più autentica ma anche più nascosta del Connemara.
  • Prestate attenzione alle pecore: spesso invadono le strade e dovrete essere molto pazienti per evitare che possano spaventarsi.
  • Le strade in questa zona sono piccole e strette e spesso il manto stradale è reso sconnesso dalla presenza delle torbiere sotto l’asfalto.
  • Un ottimo modo per visitare bene il Connemara è di fare un anello, percorrendo sia la strada costiera sia quella interna.
  • Essendo una delle aree Gaeltach, ovvero dove si parla la lingua gaelica, molte indicazioni e cartelli stradali sono in irlandese: vi consigliamo di attrezzarvi con cartine bilingui.
  • Per coloro che hanno poco tempo e non hanno a disposizione un mezzo autonomo posso affidarsi ad escursioni organizzate in bus turistici che partono da Galway: di solito sono gite stagionali di una giornata che toccano i luoghi più importanti del Connemara. burrenwalks.com lallytours.com ontours.biz

Dove dormire vicino Connemara

Cerchi un Hotel vicino Connemara? Clicca qui per vedere tutti gli alloggi disponibili nei dintorni di Connemara
Cosa fare nel Connemara
Il Connemara è una regione indicata per le escursioni: che siano a piedi o in bicicletta, potrete gustarvi paesaggi da cartolina e angoli pittoreschi.
Continua a leggere

Itinerari che includono Connemara