Glens of Antrim

Glens of Antrim

Questa serie di magnifiche vallate, le Glens of Antrim vantano 60 km di costa frastagliata e di natura incontaminata che alterna il verde dei prati e il blu del mare.

Le nove Glens of Antrim sono uno dei piccoli gioielli di questa favolosa contea: 60 km di costa frastagliata e di natura incontaminata dove si alternano foreste, torbiere, parchi nascosti, baie incorniciate da pittoreschi villaggi , una campagna dolce e deliziosa punteggiata da chiese e castelli ricchi di storia e cultura.

Queste nove valli, tutte con un particolare nome evocativo, sapranno incantarvi con la loro unica magia: prati verdi che si gettano nel mare con ripidi pendii, torrenti vorticosi che scorrono nei boschi lussureggianti, una delizia dei sensi in cui la natura si unisce alla storia, alle leggende e alle tradizioni delle comunità delle sue valli.

Consigli

  • La Antrim Coast Road costeggia splendide baie, alte scogliere, prati verdi e rovine di maestosi castelli ma in alcuni tratti taglia il profilo costiero per fornire un andamento più scorrevole e lineare: la vera magia si questo tratto di costa si trova però nei percorsi secondari ( tutti segnalati) che seguono curva dopo curva il territorio. La strada è molto stretta, tutta curve, salite e discese, lunga da percorrere ma che saprà regalarvi scorci davvero unici, di una bellezza assoluta soprattutto al tramonto quando la natura si accende.
  • In particolare vi consigliamo il tratto che va da Cushendun a Torr Head: ammirerete uno dei più suggestivi panorami della costa irlandese. Fra muretti a secco, ginestre, greggi di pecore e scogliere vedrete il meglio di questa zona!
  • Se guarderete al di là del mare nelle giornate limpide e ventose potrete scorgere la costa scozzese: solo 20 km separano Torr Head dal Mull di Kintyre!
  • Armatevi di una cartina dettagliata perchè perdersi nei viottoli di campagna per raggiungere Fair Head o Torr Head è davvero facile come ritrovarsi improvvisamente nel cortile di qualche fattoria.
  • Calcolate bene i tempi di percorrenza del vostro percorso: infatti seguendo le piccole stradine i tempi si dilatano a dismisura e nella zona le strutture ricettive scarseggiano (soprattutto fuori stagione) .
  • Fair Head si raggiunge solo con una camminata a piedi: dovrete lasciare la macchina a un parcheggio.
  • La valle di Glenariff è sicuramente la più sontuosa, con le sue alte e austere scogliere e le impetuose cascate, al punto di essere chiamata “la regina delle valli”: se avrete tempo potrete seguire uno dei tanti sentieri panoramici per raggiungere fantastici belvederi.

Le 9 Glens of Antrim, fra magia e leggende

Ciascuna delle nove valli vanta un carattere e un fascino unici: la sua magia di questi luoghi si riflette nei nomi stravaganti che evocano canti, leggende e i misteri del passato.

Gran parte del fascino di queste valli è dato dal carattere dei suoi abitanti: qui l’isolamento geografico che ha relegato la gente del posto per secoli e la discendenza scozzese ha reso fieri e indomiti i suoi abitanti. Infatti numerosi membri di clan scozzesi si sono stabiliti lungo la costa di Antrim, portando con sè usanze e tradizioni, contribuendo a creare un ricco bagaglio di miti e leggende irlandesi che parlano di fate e folletti, avvistati più di una volta durante notti buie nell’area delle Glens, soprattutto vicino Lurigethan Mountain e Tiveragh Hill!

Glenarm

Glen of the army (valle dell’esercito).
Come tutte le valli di Antrim anche questa vallata scende ad incontrare l’oceano. Oltre al villaggio pittoresco potrete visitare il castello che è stata la sede del clan McDonnell dal 1636, e dedicarvi ad alcune passeggiate.

Infatti questa valle custodisce favolose passeggiate e viste panoramiche, raggiungibili a soli cinque minuti a piedi dal paese.
glenarmtourism.org

Consigli

  • Per una deviazione panoramica imboccate la strada che da Glenarm segue l’altopiano di Antrim con vista sulla montagna di Slemish dove San Patrizio venne tenuto prigioniero come schiavo e dove è tornato per convertire il suo ex maestro al cristianesimo.
  • Nella parte anteriore del Castello di Glenarm vi sono alcuni resti  della chiesa antica di Templeoughter dove si dice che il corpo di Shane O’Neill fu sepolto dopo essere stato ucciso vicino a Cushendun nel 1567 dal clan dei McDonnells.

Glencloy

Glen of the stone ditches or dykes (valle dei fossati o delle dighe in pietra).
Questa grande valle spazzata dai venti è abitata fin dal neolitico, probabilmente per la notevole disponibilità di selce nelle rocce calcaree, grande risorsa utilizzata per costruire armi e utensili.

Consigli

  • Per fare una bella passeggiata dal porto passate dal bellissimo ponte in pietra seguendo i resti della vecchia linea ferroviaria minerale. Salendo sulla collina ci sono viste spettacolari su Carnlough.
  • C’è anche un percorso segnalato che conduce alle Cranny Falls.

Glenariff

Glen of the plough or arable glen (valle dal terreno arato, o valle arabile).
Chiamata la regina delle Glens, è certamente la più impressionante delle 9 valli di Antrim: la sua tipica forma ad U è caratteristica delle valli glaciali, formatasi dalla calotta di ghiaccio presente qui 10.000 anni fa.

Consigli

  • La parte superiore della valle conserva alcune eccellenti passeggiate che passano attraverso la foresta e lungo il fiume che scorre con diverse cascate: ricordiamo l’imponente Mare’s Tail che scende per centinaia di metri lungo il lato della valle scoscesa.

Glenballyeamon

Glen of Edwardstown (valle di Edwardstown).
La valle di Glenballyeamon scende dalle pendici della montagna di Trostan incastonata tra i versanti dei Tievebulliagh e quelli del Lurigethan per finire nel villaggio di Cushendall che si trova allo sbocco della valle.

Consigli

  • Per chi ama le cascate e le passeggiate nella natura Glenballyemon custodisce un paio di punti panoramici davvero suggestivi. Uno di questi si trova sul versante settentrionale al di sotto della montagna Barard dove potrete ammirare una serie di piccole cascate: questi punti sono particolarmente consigliati dopo alcuni giorni di pioggia, quando i torrenti si gonfiano di acqua e le cascate che si susseguono in stretta successione diventano spettacolari.
  • E’ anche possibile seguire un percorso circolare che vi porterà, partendo da un lato della montagna Lurigethan fino a Cushendall.

Glenaan

Glen of the proverb or Blue Glen (valle dei piccoli guadi).
Glenaan si estende dalla montagna Aghan e scende tra Tievebulliagh e Crocknacreeva per fondersi a Glencorp, una valle bellissima in estate, quando le fioriture rosse e viola dei cespugli di fucsia colora e incendia i lati della strada dando vita a spettacoli di una bellezza straordinaria.

Consigli

  • Il luogo più famoso di questa valle del glen è la tomba di Ossian, un sito megalitico di origine e fama leggendaria, in cui si dice sia stato sepolto Ossian, figlio di Finn MacCool.  Sebbene questi resti megalitici non abbiano nulla a che vedere con la leggendaria figura mitologica, da qui si apre una vista spettacolare sulla valle e nelle giornate molto limpide potrete vedere distintamente la Scozia.
  • Intorno a voi un paesaggio meraviglioso: brughiere, pecore, ginestre,muretti a secco e torrenti ma vi avvisiamo che la strada per arrivare qui è alquanto tortuosa.

Glencorp

Glen of the dead (valle dei morti).
Questa valle dal nome così macabro in realtà vanta paesaggi estremamente dolci e pittoreschi, con il suo susseguirsi di campi delimitati da muretti a secco con infinite gradazioni di verdi e marroni, quasi la tavolozza di un pittore.

Consigli

  • La Causeway Coastal Route tocca solo marginalmente questo tratto di costa: vi consigliamo invece di seguire un’altra strada conosciuta come Ballybrack che segue la valle più in alto lungo il lato del Cross Slieve e che vanta una vista spettacolare passando prima lungo le montagne di Trostan e Lurig poi sulla collina delle fate di Tieverah e infine scendendo ripidamente a Cushendall.

Glendun

Glen of the Dun river or Brown Glen (valle marrone).
Questa valle bellissima, ripida e graziosa, si snoda dalle foreste e dalle brughiere delle Slieveanorra mountain attraverso boschi e prati verdi fino a Cushendun.

Consigli

  • Qui potrete osservare tutti i colori delle valli di Antrim: il suo fiume scorre indomito sulle pietre lucide grigio-verdi, attraversando torbiere color del whisky che dominano le colline sopra la valle, lasciando il posto più in basso a piccoli campi delimitati da muri in pietra e siepi di biancospino e ginestre.
  • In primavera e inizio estate la valle è un tripudio di fiori vivaci e profumati che si mescolano ai boschetti di nocciolo, qui chiamati scroggery, un antico termine scozzese, che rivestono i pendii più bassi.

Glenshesk

Glen of the sedges or reeds (valle dei falaschi o dei canneti)
Glenshesk è una valle ripida che segue il fianco orientale della montagna Knocklayd, disseminata di resti di antichi cottage inseriti in un paesaggio idilliaco che sembra uscito da una cartolina: da qui ci apre una delle migliori vedute sull’isola di Rathlin.

La valle ha visto l’arrivo di clan scozzesi e ha assistito alle loro battaglie senza fine che trovarono un epilogo con l’assassinio del capo dei McQuillan, ucciso nella battaglia di Orra nel 1583 quando il forze unite degli O’Neill, dei McQuillan e della cavalleria inglese furono sconfitti dai McDonnel e dai loro alleati irlandesi.

Glentaisie

Glen of Taisie (valle di Taisie, principessa leggendaria della Rathlin Island).
Il Glen of Taise  è chiamata così dal nome della principessa Taise, figlia di un capo dell’isola di Rathlin, fanciulla di grande bellezza che si era guadagnata le attenzioni del re di Norvegia. Il sovrano aveva inviato un contingente di soldati per chiederla in sposa, ma la sua domanda venne rigettata in quanto la fanciulla era già promessa a Congal, erede del Regno d’Irlanda. Nonostante l’esercito irruppe durante le celebrazioni nuziali per rapire la principessa, il Re di Norvegia venne sconfitto e ucciso e il suo esercito fu costretto a rientrare in patria senza presa e senza guida.

Consigli

  • Vi consigliamo una strada ad anello piccola ma molto panoramica che segue la valle:  si percorre la strada che da Hillhead arriva a Ballycastle e poi a Breen Wood per tornare a Knocklayde. Breen Wood è una piccola ma preziosa riserva naturale, l’ultimo angolo in cui è conservato un antico bosco di querce che un tempo ricopriva la maggior parte della valle.
  • In alternativa è possibile seguire la strada maestra lungo il lato orientale della Knocklayde sopra Glenshesk che vanta alcune vedute panoramiche su Rathlin Island o seguire la strada fino a Glenshesk.

Dove dormire vicino Glens of Antrim

Cerchi un Hotel vicino Glens of Antrim? Clicca qui per vedere tutti gli alloggi disponibili nei dintorni di Glens of Antrim